Segui @cucinasano

Chi siamo

Il nostro scopo, la nostra filosofia è quella di una
cucina sana e al contempo buona, gustosa, saporita.
Una cucina, che rispetti
le necessità, di chi desidera seguire un regime alimentare attento alla quantità
di grassi.

Le nostre ricette non contengono uova, latte e tutti i suoi derivati. Non ci sono fritti e soffritti. Le carni non sono sfumate con il vino. Solo olio extravergine a crudo.



giovedì 1 agosto 2013

Le delizie di stagioni - Marmellata di Amarene

Con Ricette e Salute parliamo di delizie dolci di stagioni. Durante l'Estate una cosa che amo fare, sono le scorte per allietare le prossime stagioni, per rendere più dolci i lunghi mesi freddi e piovosi dell'inverno. Cosa c'è di più sano se non le marmellate fatte nella propria cucina? Vi assicuro che si allieta il palato, a mangiare una marmellata fatta bene e con gusto. La mia fortuna è quella di avere dei giovani alberelli, che hanno deciso di fare tanti bei fruttini, tante belle amarene...

Ecco, dunque, la


Marmellata di Amarene 
 
 

Ingredienti per 2 barattolini da 250 ml


2 kg di amarene
1kg di zucchero semolato
2 barattoli di vetro da 250 ml


Adocchiate un bell'alberello di Amarene mature, mature...( se non avete l'alberello a portata di mano comprate le amarene)




Raccoglietele con cautela, specialmente se sono mature, perché son dei frutti assai fragili.
 
 
 
Lavate con altrettanta cura, denocciolatele e mettetele in una pentola d'acciaio dal fondo spesso.
Fate cuocere a fuoco bassissimo e girate assiduamente con un cucchiaio di legno. La marmellata deve bollire per 2 ore circa e quando si sarà ridotta della metà, avrà perso l'acqua e comincerà ad addensare, aggiungete lo zucchero.
A questo punto lo zucchero tenderà immediatamente ad allentarla di nuovo, ma quando lo zuccherò comincerà a cuocere e caramellare, la marmellata si addenserà. Perché ciò avvenga, dovrete far cuocere per un'altra ora, avendo cura di girare continuamente, per evitare che si attacchi al fondo e bruci. Se vedete che tende ad attaccarsi, abbassate ancora la fiamma.
La marmellata sarà pronta quando tirandola su con il cucchiaio di legno, tende a rimanere attaccata.
 


 
Versatela ancora bollente nei barattoli di vetro lavati e perfettamente asciutti. Coprite con un canavaccio da cucina. Fate attenzione ad ascoltare quando la capsula si ritira e si forma il sottovuoto, con il caratteristico suono.




 
Ecco fatto...
 
Buona Colazione!
  

 

 
 Consigli e Segreti

Io personalmente non amo gli addensanti in bustina, che si trovano in commercio, e non li consiglio. Importante è far cuocere tanto la marmellata ed avrete gli stessi risultati, ma più buoni e più sani.
Altro consiglio, se la marmellata si attacca al fondo cambiate subito pentola, perché è sicuro che poi quello che si è attaccato brucerà, e tutta la marmellata prenderà un saporaccio.
Un segreto, segreto per evitare che la marmellata si attacchi:
mettete sotto la pentola, a contatto con la fiamma una bistecchiera !!!