Segui @cucinasano

Chi siamo

Il nostro scopo, la nostra filosofia è quella di una
cucina sana e al contempo buona, gustosa, saporita.
Una cucina, che rispetti
le necessità, di chi desidera seguire un regime alimentare attento alla quantità
di grassi.

Le nostre ricette non contengono uova, latte e tutti i suoi derivati. Non ci sono fritti e soffritti. Le carni non sono sfumate con il vino. Solo olio extravergine a crudo.



mercoledì 26 settembre 2012

Insalata di grano duro ai funghetti misti


Insalata di grano duro ai funghetti misti

Eccoci, qui... oggi la prima ricetta con una leggera impronta d'autunno. I funghi. Anche se è un prodotto disponibile tutto l'anno, a me piace pensare che in una passeggiata d'autunno, tra i ricci e le castagne spunti un fungo tra le foglie secche. Ed eccolo, poi, sulla nostra tavola.

 L’insalata di grano è una ricetta ricca e gustosa, che si pone come valida alternativa alle più classiche: insalata di pasta ed insalata di riso, sicuramente più estive. In questo modo porterete a tavola un piatto fresco, leggero ed altamente digeribile. Il grano duro a chicchi è ricco di sostanze utili al nostro benessere. In particolare il germe di grano è quello più ricco di nutrienti.
La ricetta è facile e veloce da preparare, ma vi prego: non comprate i condiriso o i condipasta, che si trovano in commercio già pronti! Sono orribili! Perderete solo un poco di tempo in più, per sminuzzare ed affettare questi quattro ingredienti, ma vi assicuro che il gusto sarà migliore, e quello che mangiate più sano.

Ingredienti per quattro persone

300 gr di grano duro parboiled
200 gr di funghetti misti (galletti, pioppini, champignon)
100 gr di tacchini arrosto
100 gr di olive di Gaeta
100 gr di pomodori secchi
150 gr di rucola
2 pomodori da insalata medi
Sale
Olio extravergine d’oliva
Aglio
Prezzemolo

Portate ad abolizione 2lt di acqua salata e fate cuocere per 10’ il grano.


Quando sarà cotto scolatelo bene e quando è tiepido aggiungete l’olio extravergine d’oliva. In questo modo i chicchi di grano rimangono sciolti e non si attaccano.



Mentre il grano cuoce preparate i funghi. Prendete una confezione di funghi freschi misti. Si trovano in commercio vassoi di funghi freschi misti già pronti. Dopo averli lavati ben benino, scottateli in mezzolitro di acqua salata, e raccoglieteli con un paletta, in questo modo gli eventuali residui di terra, rimarranno sul fondo. Poi tagliate solo i più grossi e lasciate interi gli altri. Metteteli in tegame con uno spicchio d'aglio e lasciate che cuociano con la loro acqua, senza aggiungere olio, ed avendo cura di coprire con un coperchio, per evitare che evapori tutto il liquido. In questo modo la cottura sarà più lenta, ma più efficace. Quando saranno pronti, sminuzzate il prezzemolo con le mani ed aggiungetelo ai funghi.


Ora tagliate a pezzetti il petto di tacchino. Potete comprarlo nel reparto di gastronomia di qualsiasi negozio alimentare. Vi consiglio di chiedere che vi taglino delle fettine abbastanza spesse. Fate prima a tagliarlo ed è più gustoso trovare dei pezzetti nell’insalata belli consistenti.


Tagliate a piccoli dadini i pomodori, togliete la polpa ed i semini, e metteteli a scolare. Se li priviamo dell’acqua  evitiamo che il grano diventi spugnoso e si ammolli. Tagliate a listarelle i pomodori secchi. Cominciate ad aggiungere al grano, che oramai sarà freddo, le olive intere e tutti gli altri ingredienti che avete tagliato.
Prendete un terzo della rucola, tagliatella a pezzetti con le mani ed aggiungetela all’insalata. Lasciate il resto per preparare il lettino su cui adagerete il grano condito. Preparate in questo modo i piatti ed aggiungete un filo d’olio.
Portate a tavola in una ciotola il resto della rucola e del grano. Ogni persona potrà servirsi a proprio piacimento altra insalata .


Buon appetito!

Approfondimenti

Il chicco di grano intero contiene, oltre ai carboidrati, alle proteine e ai grassi, la preziosa vitamina E, coadiuvante nella disintossicazione dalle scorie, e il complesso vitaminico B, che favorisce la crescita. Sono contenuti, inoltre, la biotina, gli acidi pantoteico e folico, il betacarotene, il ferro, il magnesio, il calcio, lo iodio e il selenio. La vitamina E è un vero e proprio rivitalizzante naturale perché favorisce la rigenerazione cellulare cutanea e cerebrale.
Inoltre svolge un'azione protettiva sulle cellule dagli attacchi dei radicali liberi e quindi ha un importante ruolo della prevenzione di malattie. (Fonte: www.ciboecibo.it)