Segui @cucinasano

Chi siamo

Il nostro scopo, la nostra filosofia è quella di una
cucina sana e al contempo buona, gustosa, saporita.
Una cucina, che rispetti
le necessità, di chi desidera seguire un regime alimentare attento alla quantità
di grassi.

Le nostre ricette non contengono uova, latte e tutti i suoi derivati. Non ci sono fritti e soffritti. Le carni non sono sfumate con il vino. Solo olio extravergine a crudo.



mercoledì 10 ottobre 2012

Spaghetti con lupini di mare, bottarga e noci

Cominciamo con il dire, che se desideriamo preparare questo piatto, dobbiamo metterlo in cantiere 12 ore prima.  Non ascoltate il venditore, che cerca di vendere a tutti i costi un prodotto fresco e quindi altamente deperibile, lui fa il suo lavoro! Voi pensate a fare il vostro.
Lui vi dirà che non c’è bisogno di mettere a spurgare i mitili. Falso!
Mettete a mollo i lupini per una notte, se volete cucinarli a pranzo o viceversa fatelo al mattino se desiderate prepararli per cena.
Se non farete questo, state certi che, oltre agli ingredienti sotto elencati, ve ne ritroverete anche un altro: la sabbia.
Per quanto mi riguarda penso che non ci sia niente di meglio, che masticare la sabbia, per rovinare un buon piatto di pasta. Anzi ad essere precisi, lo trovo abbastanza ripugnante, anche se a volte, mi è capitato di masticarne un poco in qualche spaghetto alle vongole.
Sono cose che succedono? No, non funziona così. Se si pone un poco di attenzione lo si può evitare.

Una sera un mio caro amico, genio delle moto, mi disse una cosa illuminante sulla precisione.
“ Se servono quattro dadi ed io ce ne metto solo due, che succede? Se hai fretta o non ti va, lascia paerdere.O lo fai bene o non lo fare proprio.”

Allora seguite questi pochi consigli e vedrete che non mangerete sabbia e lupini, ma semplicemente


Spaghetti con lupini di mare, bottarga e noci



Ingredienti per 4 persone

400 gr di spaghetti
1 kg di lupini
1 e ½  cucchiaino raso da caffè di bottarga
10 noci
4 alici sott’olio
Prezzemolo
Aglio
Peperoncino
Pepe nero
Olio extravergine d’oliva
Sale

Prendete i lupini di mare e versateli in un recipiente largo. Fate scorrere l’acqua e riempite fino a coprire i mitili abbondantemente. Lasciateli a spurgare per 12 ore. Cambiate l’acqua almeno una volta, avendo cura di fare due manovre separate: raccogliete i lupini per prima cosa e poi gettate l’acqua. Non fate l’errore di scolare insieme acqua e lupini, perché in questo modo la sabbia che si era raccolta nel fondo, viene messa nuovamente in circolo.

Ora mettete sul fuoco un tegame basso, aggiungete un dente d’aglio, un poco di peperoncino e tutti i lupini. Girate un paio di volte e poi coprite ed abbassate il fuoco.
Controllate che si aprino tutti, e mentre aspettate, lavate e sminuzzate il prezzemolo che aggiungerete a fine cottura. Girate ancora e poi richiudete con  il coperchio.
Fate attenzione a non aggiungere sale, perché sono già salati.




Mentre lentamente i lupini si apriranno cominciate a sbucciare le noci ed a tritarle con un coltello. Se volete potete usare anche il robot da cucina.




Prendete una ciotola in cui verserete le noci ed aggiungete le alici e la bottarga.




Mescolate gli ingredienti con un cucchiaio di legno.




Sgusciate i lupini, tranne una parte che servirà per decorare i piatti. Versate il liquido di cottura in una ciotola, facendo attenzione a lasciare il fondo con gli eventuali residui di sabbia, che getterete via. Aggiungete al composto di acciughe e noci, i lupini ed un paio di cucchiai del loro liquido. 




Fate cuocere in abbondante acqua salata gli spaghetti.




Quando saranno al dente scolateli e ripassateli nel tegame insieme al trito di noci, alici bottarga e lupini. Aggiungete un poco del fondo di cottura dei lupini per evitare che si attacchino alla pentola. Fate amalgamare bene.
Servite nei piatti aggiungendo l’olio a filo, una spolverata di pepe nero appena macinato ed il prezzemolo tritato.




 In ultimo una manciata di lupini con il guscio.



Buon Appetito!